A.T.A. - ACOUSTIC TARAB ALCHEMY
(Tunisia/Italia)

AMRAT HUSSAIN BROTHERS TRIO
(India )

BOLLYWOOD MASALA ORCHESTRA - Spirit of India
(India)

CUSTODIO CASTELO
(Portogallo)

DHOAD I GITANI DEL RAJASTHAN
(Rajasthan, India)

FORRÓ MIÓR
(Argentina/Brasile/Italia/Portogallo)

GIACOMO LARICCIA
(Italia)

HOUCINE ATAA
(Tunisia)

JAIPUR MAHARAJA BRASS BAND
(India)

JOHANNA JUHOLA
(Finlandia)

LA ETRURIA CRIMINALE BANDA
(Italia)

LOS PACHAMAMA
(Messico)

LUISA COTTIFOGLI
(Italia)

MATT DARRIAU'S PARADOX TRIO
(Stati Uniti)

MOHAMMAD REZA MORTAZAVI
(Iran)

MORGANE JI
(La Réunion)

SHENG DON (A MOVING SOUND)
(Taiwan)

TENORES DI BITTI Remunnu 'e Locu
(Sardegna)


MOHAMMAD REZA MORTAZAVI

Mohammad Reza Mortazavi - tombak e daf


Nato ad Esfahan in Iran, ha preso le sue prime lezioni di tombak all'età di 6 anni. A 10 anni ha vinto in Iran il suo primo premio come percussionista di tombak e a 20 anni era già il miglior percussionista di tombak nel mondo.

Mortazavi usa gli strumenti percussivi tradizionali iraniani (tombak e daf) non solo per l’accompagnamento ritmico; la sua particolarità è quella di riuscire a creare delle melodie e dei suoni fantastici, quasi surreali. Egli usa ogni piccola parte delle mani e delle dita grazie a una tecnica molto innovativa che passa da movimenti rapidissimi a movimenti dolcissimi e infine esplosivi. I suoi spettacoli sono davvero ipnotici e i suoi brani originali vanno ben oltre la musica tradizionale iraniana. Nel suo spettacolo, Mortazavi si esibisce con tombak e daf, strumenti a percussione della tradizione persiana, dando al pubblico l’impressione di ascoltare un’intera orchestra.

Il Daf è un tamburo a cornice muto, usato generalmente per le cerimonie devozionali della pratica Sufi, mentre il Daf con una catena di anelli all’interno (chiamato in occidente Ocean drums) ha un sound diverso e molto caratteristico. Il tombak è uno strumento a percussione a forma di calice o coppa con un tono melodico particolare. Con il magico sound di questi strumenti, Mortazavi iniziò già da molto giovane ad inventare e sviluppare nuove tecniche delle dita e di ritmica creando variazioni di tonalità ed effetti speciali. Egli ha introdotto più di 30 tecniche e inaugurato una nuova era nella capacità di variazioni melodiche di questi strumenti a percussione.

Nell’album "Green Hand" pubblicato nel 2009, Mohammad Reza Mortazavi presenta composizioni che esprimono la sua intensa visione dell’arte e il suo particolare sguardo d’artista sulla musica e sulla vita. L'album testimonia anche l’atteggiamento politico dell’artista su eventi socio-politici accaduti in Iran in questi ultimi anni. Mortazavi dedica quest' album al movimento verde nato nell’anno 2009, la "Green Revolution" del suo paese, il cui verde simboleggia la rinascita, la natura, la crescita. Lo spirito rivoluzionario dell’artista è molto presente nelle sue composizioni, e quest' album è stato definito come una rivelazione della libertà artistica e individuale di Mohammad Reza Mortazavi.

Guarda il video su youtube



eventi :
domenica 15 Maggio 2016 - Salone del Libro, Torino
sabato 22 Dicembre 2018 - Napoli, Chiesa di Donna Regina Vecchia
domenica 22 Luglio 2012 - Viterbo
lunedì 10 Giugno 2013 - Udine

disponibilità : a richiesta

mp3 :



 

torna su